Scena sulla comunicazione persuasiva: Usare un linguaggio “abilmente vago”

3285

Il Contesto

Un imbroglione si spaccia per un reverendo che compie miracoli. Un giorno, in una cittadina in preda alla siccità, un furbo sceriffo lo smaschera, ma avviene finalmente il miracolo.

Il punto di vista del trainer

Per questo filmato, se non lo hai già fatto, ti consiglio di scaricare lo special report “La comunicazione persuasiva” che ti guiderà nella visione e interpretazione dei 4 passi che costituiscono la tecnica:

1) Calibrare e richiamare un dettaglio

2) Usare un linguaggio abilmente vago

3) Ricalcare

4) Stimolare all’azione

In questa scena: “Usare un linguaggio abilmente vago”:

Jonas tenta un approccio malriuscito e il poliziotto resta freddo. A questo punto Steve Martin passa a fare un’affermazione vaga che presuppone una risposta positiva. Metaforicamente fornisce la cornice permettendo all’altro di dipingere il quadro.

“Io so che nella vita ci sono altre cose oltre il proprio lavoro…”

Non è forse indispensabile rispondere “sì” a questa riflessione?

Questo è linguaggio reso “vago ad arte” o “abilmente vago”; prevede che l’altro risponda “sì” nella sua mente e magari pensi proprio a quegli aspetti che riempiono la cornice.

Potresti vedere una persona immersa nei suoi pensieri e dirle: “ci sono alcune cose che ci fanno riflettere”, immediatamente quella persona sarebbe d’accordo con te, e magari continuerebbe a chiedersi come fai a saperlo. Il linguaggio “abilmente vago” contribuisce ad aumentare la tua influenza.

Condividi

Acquista il film

“Vendesi miracolo” Un film di Richard Pearce. Con Steve Martin, Debra Winger, Liam Neeson, Lolita Davidovich, Lukas Haas. Titolo originale “Leap of Faith” – USA 1992

Acquista il libro

“La vendita ipnotica” di Donald J. Moine, Kenneth LLoyd – Compralo su macrolibrarsi.it

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679