Scena sul teamwork: Volare basso

4019
Tema Principale Utilizzalo anche per

Di Virginio De Maio

Un buon lavoro di gruppo può decretare il successo di aziende e startup, ma allo stesso tempo l’incapacità di aggregare persone e farle lavorare bene insieme può portare al fallimento, in particolare per progetti appena avviati.

Unire i propri sforzi con quelli delle altre persone porta l’uomo a toccare vette che fino a poco prima gli sembravano irraggiungibili e a realizzare imprese che sarebbero inimmaginabili per il singolo. Persino negli sport più estremi e solitari come all’apparenza può sembrare l’alpinismo, la squadra è fondamentale per raggiungere l’obiettivo.

Ma è sufficiente? È sufficiente lavorare insieme agli altri per riuscire a realizzare progetti importanti? Sarebbe bello, ma purtroppo non è così.

Ed è proprio qui che entra in gioco il lavoro del leader, dell’affiancamento e della formazione.

Spesso infatti nelle aziende si commettere un errore di una ingenuità disarmante: credere che la presenza del lavoro di gruppo sia sufficiente di per sé a raggiungere gli obiettivi e, di conseguenza, ci si dimentica di investire tempo e risorse per migliorarne l’efficienza.

Questo scena può stimolare la riflessione sull’importanza del team integration in un’azienda. Su un team work non solo messo in pratica, ma messo in pratica bene.

A volte anche i più esperti, i più navigati hanno bisogno di rivedere le cose da una prospettiva nuova, superando i propri interessi personali e i propri schemi. Non è affatto detto che i ruoli che hanno funzionato fino a quel momento non possano migliorare con l’arrivo di nuovi colleghi.  Spesso dimentichiamo che la varietà (o la novità) può rappresentare un arricchimento per il gruppo.

Non significa che l’introduzione di nuovi approcci o di nuovi elementi sia sempre una cosa positiva. Significa però che disinteressarsi alle novità, alla conoscenza e alla ricerca di innovazione è sicuramente una grande occasione mancata e potrebbe in alcuni casi portare al disastro! Proprio come nella scena.

L’uccello più grande rappresenta la diversità con cui fare i conti, ma anche un’opportunità da valutare ed integrare nel lavoro del gruppo. Invece ciò che emerge è  totale assenza di dialogo e resistenza all’innovazione.

Questo è vero nel team work, ma anche in molti altri ambiti: quando si raggiunge una certa esperienza, può essere difficile rimettere in discussione se stessi e il proprio lavoro. Ci si ferma alle apparenze (in questo caso l’aspetto buffo del nuovo arrivato) limitando così la portata del proprio lavoro o quello del team.

Fare cultura sul lavoro di gruppo non è facile soprattutto per questo motivo. La cosa fondamentale, nonché probabilmente la più difficile, è far capire come rimettere in discussione le proprie capacità di team work. Molto spesso a frenarci sulla strada del miglioramento sono l’orgoglio o la pigrizia, i quali fanno credere che lavorare in un team sia una capacità ormai acquisita, imparata, digerita e, dopo tanti anni “non ho di certo bisogno che qualcuno mi insegni come fare”.

Ma i risultati di questo atteggiamento potrebbero essere tragicomici e il gruppo di lavoro, credendo di volare alto, si potrebbe ritrovare, come dire, spennato dalla propria chiusura mentale, dalla mancanza di lungimiranza, nudo e privo di difese di fronte ad un mondo imprenditoriale che ormai ha ali molto più grandi e basi sempre più incerte. L’integrazione di nuovi elementi nei team può invece aiutare l’innovazione e la competitività.

Condividi

“…se caso mai non vi rivedessi…

buon pomeriggio, buona sera e buona notte!”…

(The Truman Show)

Virginio

Acquista il film

pennuti-spennatiPennuti spennati” Un cortometraggio di Ralph Eggleston – Titolo originale “For the birds”. USA, 2000

Acquista il libro

vincere“Vincere! – Uno sguardo schietto ed esauriente su come avere successo nel business” di Jack Welch, Suzy Welch – Acquistalo su macrolibrarsi.it

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679