Scena sul mercato: Vinceranno insieme?

1070
Tema Principale Utilizzalo anche per

Di Virginio De Maio

Il Contesto

Nel bel mezzo di una battuta di caccia la tribù di Zampa di Giaguaro incontra un’altra tribù. La foresta offre cibo per tutti, ma la paura di vedersi prevaricati gioca un ruolo importante. I due popoli saranno intelligenti al punto da vincere insieme?

Il punto di vista del trainer

Mentalità di abbondanza o scarsità? Quale dei due approcci vince ai giorni nostri? Forse la maggior parte di noi risponderebbero “abbondanza”, ma in molti casi è la “scarsità” a fare da padrona. Critiche feroci a chi propone i nostri stessi prodotti/servizi, politiche centrate sul prezzo anziché sulla qualità e sotterfugi per cavarsela con  “relazioni e politica”, anziché apportare “valore aggiunto” al cliente. Mi correggo. Questi forse, sono gli effetti della “scarsità”, ovvero di un modo di pensare che prevede sempre un perdente e mai due vincitori: noi e l’altro.
La scarsità genera chiusura a “riccio” ad ogni livello. Dalle aziende ai liberi professionisti che rifiutano il confronto e la crescita fino all’autodistruzione. Tutta colpa della “paura”.
Nella scena, “Cielo di selce” è il leader che scongiura la battaglia facendo deporre le armi e cercando il dialogo. Pensa a quante aziende rifiutano il dialogo spinte soprattutto dalla paura di perdere leadership e quote di mercato. D’altro canto la maggior parte di noi è mossa più dal chiedersi “Quanto ci perdo… se?” piuttosto che “Quanto ci guadagno… se?”
“Tartaruga veloce” risponde al dialogo offrendo parte del loro cibo, che viene ricambiato da altro cibo. Tutto si svolge in un clima teso, con una comunicazione controllata ma non per questo priva di rispetto e di fiducia.
La mentalità dell’abbondanza è alimentata dalla fiducia in se stessi. Quella della scarsità è alimentata dalla paura. “Cielo di selce” dice:
“Paura. La paura che distrugge. Loro ne erano infettati. Hai capito? La paura è una malattia. Striscia nell’anima di chi la prova. Ha già contaminato la tua pace. Non ti ho cresciuto per vivere nella paura. Cancellala dal tuo cuore. Non portarla nel nostro villaggio.”
Quando il tuo impegno è in linea con principi incontrovertibili quali il rispetto degli altri e la legge del raccolto (raccogli ciò che semini), la sicurezza in te stesso aumenta e con essa la paura si dilegua lasciando spazio al confronto, all’accettazione delle proprie aree di miglioramento e all’abbondanza.
Nel corso naturale delle cose la ricerca spasmodica di “scorciatoie” è voler violare la legge del raccolto. Risparmiarsi la fatica della semina e della cura. Delegare qualcun altro a fare flessioni al posto nostro. Come dice Stephen Covey, “Non puoi seminare in primavera e voler raccogliere in autunno dopo aver dimenticato la semina per l’intera estate”.
E allora seminiamo, curiamo, raccogliamo. Questo influirà sulla nostra sicurezza, che influirà sulle nostre scelte. Saranno scelte di abbondanza.

Acquista il film

“ApocalyptoUn film di Mel Gibson con Rudy Youngblood, Dalia Hernandez, Jonathan Brewer. USA 2006 – Acquistalo su Amazon.it

Acquista il libro

“Strategia Oceano Blu – Vincere senza competere” di W. Chan Kim, Renée Mauborgne – Acquistalo su macrolibrarsi.it

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679