Scena sul team: Interdipendenza è meglio di somiglianza

23536
Tema Principale Utilizzalo anche per

Di Cristiana Genta

Sid, un bradipo simpatico ma imbranato, il solitario mammut Manny ed una tigre dai denti a sciabola, pur odiandosi tra loro come è normale che sia tra erbivori e carnivori, sono costretti ad unirsi per riportare agli uomini il neonato che hanno incontrato sul loro cammino.

Durante il loro viaggio, un fiume di lava bollente scioglie i ghiacci su cui stanno camminando, mettendo in pericolo le loro vite. Nel fuggire Diego – la tigre – rimane intrappolato ad un’estremità di un blocco di ghiaccio e Manny lo raggiunge e lo salva, a rischio della sua incolumità.

Questo spezzone è ricco di spunti di riflessione sul valore del team, sull’amicizia e sulla collaborazione. Evidenzia infatti come personalità e competenze differenti e, a volte, antitetiche, possano collaborare con successo per il raggiungimento di un obiettivo comune: sia questo la salvezza, come nel film d’animazione, oppure un obiettivo sfidante, un risultato che il team deve raggiungere.

Il filmato consente inoltre di osservare come l’amicizia e la generosità, possano indurre l’altro a mettersi in discussione, ad apprendere nuove cose e ad appropriarsi di nuovi valori; le relazioni all’interno di un team diventano così occasione di apprendimento, crescita e cambiamento. La tigre, infatti, aveva in mente di tradire i compagni di viaggio e condurli in una trappola, ma quando Manny gli salva la vita comincia a pentirsi dei suoi progetti. Dopo l’atto di coraggio del Mammut, Diego ringrazia Manny e gli chiede perché abbia corso un simile pericolo per lui; chiave è la risposta che riceve: “E’ così che si fa in un branco, ci si aiuta a vicenda”.

Sid conclude il dialogo dicendo: “Non so cosa ne pensate voi, ma siamo il branco più strano che si sia visto”, a sottolineare le diversità, ma al tempo stesso la possibilità di integrazione ed il valore che ne deriva.

Tutto il cartoon, e non solamente questo filmato, testimonia il valore della collaborazione, della condivisione delle competenze, del fatto che, come scrisse Lewin (1948), “Un gruppo è definito al meglio come una totalità dinamica basata sull’interdipendenza invece che sulla somiglianza”. Ogni personaggio, con le sue peculiarità e competenze, riveste un ruolo chiave per il successo dell’operazione: la tigre guida il gruppo in quanto conosce la strada, il mammut possiede forza e coraggio, il bradipo dimostra grandi doti di accudimento del neonato. Il successo lo raggiungono come squadra, collaborando ed aiutandosi, accettandosi per quello che sono, nelle loro diversità. Così dovrebbe essere anche nei team all’interno delle organizzazioni, nei momenti di successo ma ancora di più di fronte alle difficoltà.

Condividi

Cristiana Genta

Acquista il film

“L’era glaciale” Un film di Chris Wedge, Carlos Saldanha – Titolo originale “Ice Age”. USA, 2002

Acquista il libro

“Creare team vincenti” Harvard Business Essentials  – Acquistalo su Il Giardino dei Libri

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679