Scena sulla gestione dei collaboratori: soft skills e dove trovarle

65420

Si potrebbero dire molte cose di Gina Linetti: velenosa, irriverente, e decisamente geniale, l’indolente segretaria è probabilmente il personaggio che più precariamente cammina sul sottile filo tra l’amore e l’odio, catturando lo spettatore con il suo humour affilato ed il suo atteggiamento rilassato ma vigile.

Spesso, proprio a causa della sua bizzarra personalità, viene giudicata come una pigra lavoratrice, più attenta ai propri interessi personali che legata alla sua professione: lo stesso sergente Terry, in questa clip, sminuisce il possibile contributo della donna, venendo però contraddetto una volta passati ai risultati.

In effetti, sembrerebbe strano affidare la direzione di un colloquio di lavoro proprio a chi vive il proprio mestiere con così tanta “flessibilità”; eppure, come vediamo poi proprio nella scena, il suo contributo è decisivo nella giusta scelta del nuovo tecnico informatico.

Osservando l’atteggiamento che i due collaboratori assumono nei confronti dei tre candidati, possiamo facilmente capire che sono tra loro opposti: il sergente si pone loro con gentilezza e pazienza, la segretaria invece è brusca e diretta. Laddove Jeffords cerca di far sentire i candidati a proprio agio, Linetti invece cerca di provocare una reazione emotiva, sia questa rabbia, paura o disgusto, rispettivamente.

Infine, mentre il nerboruto sergente concentra le domande (o perlomeno ci prova) nell’area di competenza professionale delle persone interrogate – come ci si aspetterebbe durante un colloquio di lavoro – in modo da poter analizzare le loro competenze tecniche, la sua controparte femminile ignora completamente le loro capacità professionali.

Tenendo presente questo comportamento è facile prendere le domande della donna come degli scherzi, magari dettati dalla noia: eppure Linetti riesce a bocciare ogni candidato utilizzando una logica inoppugnabile, e persino trovando l’impiegato perfetto proprio nell’hacker che aveva colpito i loro sistemi, e tutto questo grazie alla sua capacità di osservare ed identificare tutte quelle abilità parallele a quelle professionali che, sopratutto nell’ambiente imprenditoriale moderno, ma non solo, vengono sempre più analizzate e gratificate: le cosiddette soft skills.

Le soft skills sono delle competenze trasversali che non fanno parte delle conoscenze e capacità professionali, bensì sono capacità relazionali proprie della persona. Alcuni esempi possono essere la comunicazione efficace, l’autostima, il problem solving e la gestione dello stress; quest’ultima è proprio quella che viene più giudicata dalla segretaria, proprio in virtù dell’ambiente lavorativo, pregno di eventi stressanti da affrontare praticamente ogni giorno.

La stessa Gina Linetti possiede diverse soft skills: un’ottima capacità comunicativa, problem solving inusuale, intraprendenza e capacità di adattamento sorprendenti ed una inattaccabile fiducia in se stessa; tutte caratteristiche, queste, che le permettono di essere una delle figure più influenti e rispettate della stazione di polizia, della quale è “solo” segretaria.

Infatti, è proprio perché conosce l’importanza di queste capacità trasversali, e decide di non ignorarle durante il recruiting, che lei riesce a portare avanti un colloquio efficace, evitando uno spreco di tempo e risorse del dipartimento, e trovando il candidato perfetto nel soggetto più anticonvenzionale: l’hacker stesso; appunto, sottolineando la sua intraprendenza e capacità di risolvere problemi.

Quello che possiamo consigliare a voi è di essere un po’ come Gina Linetti: oltre alle competenze tecniche di un candidato o di un collaboratore osservate e valorizzate le sue soft skills. Mettetelo in condizione di poter trarre beneficio sia dalle proprie capacità personali sia da quelle professionali, e il suo contributo sarà sicuramente il migliore che potrà mai dare.

Condividi

Acquista il film

Brooklyn Nine-Nine” è una serie televisiva statunitense trasmessa prima sul canale statunitense Fox e poi su NBC. Guardalo su Netflix

Acquista il libro

Contagioso – Perché un’idea e un prodotto hanno successo e si diffondono“, Jonah Berger  – Acquistalo su IlGiardinodeLibri.it

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679