Scena sul reframing:Il segreto della felicità “focalizzarsi su ciò che si ha”

7846
Tema Principale Utilizzalo anche per

Di Virginio De Maio

Parlo spesso di questa scena. E’ tratta dal film che ha dato vita al progetto “Il Cinema Insegna” ( cliccando qui puoi scaricare in omaggio il report: Convincili con un film )quindi non posso far a meno che provare una profonda gratitudine per quest’opera italiana. Una domenica pomeriggio mentre ero assopito sul divano di casa mi capitò di guardare “Rosso come il cielo”.

La storia di Mirko un bambino non vedente che non accetta la sua condizione: la cecità a seguito di un incidente. Il piccolo, costretto a frequentare una scuola per non vedenti, si rifiuta di fare gli esercizi, continua a ripetere “io ci vedo” perché la nuova realtà che si ritrova ad affrontare è troppo dura e diversa dalla sua vita precedente.

In questa sequenza il suo professore di religione lo aiuta a superare il blocco emotivo spostando l’ attenzione sugli altri sensi di Mirko che funzionano perfettamente e che possono donargli una vita ancora degna di essere vissuta. Spero di essere delicato abbastanza per accostare quest’esempio alla nostra vita di tutti i giorni. A tutte le volte che il nostro focus cade su ciò che manca, anziché su ciò che “abbiamo”.

Penso che l’esempio sia ancora più calzante, quando i soggetti “vittima” siamo noi e abbiamo tutti i “sensi” funzionanti, ma afflitti da un’altra cecità , tutta mentale, ostinandoci a fare andare le cose in un solo e unico verso. Sono i tranelli della mente a metterci in difficoltà e a volte, abbiamo bisogno di qualcuno che ci aiuti a ritrovare le soluzioni.

Nella relazione di aiuto, l’esperienza di Don Giulio  è esemplare  ” Anche io ci vedo , ma a me non basta” ….. “ Mirko hai 5 sensi perché ti ostini ad usarne solo uno?”. Riesce così a spostare l’attenzione  del bimbo su ciò che può ancora fare, senza per questo parlare del problema o sminuire il suo stato d’animo, ma contenendolo.

Una procedura questa conosciuta come reframing ( reincorniciamento ) grazie alla quale si sposta l’attenzione del soggetto dal buio alla luce, dalla mancanza alla gratitudine in modo che lo stato d’animo possa passare il più velocemente possibile da quello di “vittima” a quello “responsabile”.

Nel corso degli anni mi è  capitato poche volte  di trovare un esempio così illuminante. Forse nella trama del film “La Vita e bella” quando Guido (Roberto Benigni) trasforma l’atrocità del campo di concentramento in un gioco divertente per il figlio che non si accorge di nulla. Oppure nella risposta ad effetto di  Chris Gardner (Will Smith) nel film La ricerca della felicità , quando alla domanda “Mi dica, che cosa penserebbe se le dicessero che un signore presentatosi a un colloquio di lavoro senza nemmeno indossare una camicia è stato assunto? lui disse : Beh… penserei che… aveva addosso un gran bel paio di pantaloni!

Insomma c’è sempre un modo diverso di vedere i nostri problemi. Un’abilità che non è solo “vedere il bicchiere mezzo pieno” ma soprattutto accettare che quello di cui abbiamo bisogno adesso è di un “bicchiere vuoto”. Questo orientamento alle soluzioni piuttosto che ai problemi è in parte innato, ma in parte si può allenare con una serie di domande:

Ciò che mi è accaduto può essermi utile in qualche contesto della mia vita? Oppure in un particolare momento ?

  Come posso approfittare di questo evento per ricavarne il meglio ?

  Quali sono i molteplici significati di quello che mi è accaduto?  Come può rendermi migliore o fuori dall’ordinario ? 

Queste ed altre domande possono renderci flessibili, capaci di trovare soluzioni apparentemente impossibili. Ci permettono inoltre di spostare la nostra attenzione sui tantissimi aspetti della vita che spesso diamo per scontati. Questo è anche il ruolo di educatori, coach, formatori  che vogliono aiutare le persone a venire fuori da schemi limitanti.

Un valido supporto possiamo trovarlo anche nelle scene dei film, che come nel caso di “Rosso come il cielo”, contengono delle vere e proprie dimostrazioni, che stimolano gli altri a tirare fuori il meglio di sé.

A tal proposito ti ricordo che puoi scaricare in omaggio lo special report “convincili con un film” cliccando qui : Special Report 

Condividi

P.S.: tutte le scene per motivare te stesso e gli altri le trovi nella nostra membership, qui trovi le nostre promozioni:

https://www.ilcinemainsegna.it/iscrizione

“…se caso mai non vi rivedessi…

buon pomeriggio, buona sera e buona notte!”…

(The Truman Show)

Virginio

Acquista il film

Rosso come il cielo“Rosso come il cielo” Un film di Cristiano Bortone. Con Luca Capriotti, Paolo Sassanelli, Marco Cocci, Simone Colombari, Rosanna Gentili. Italia 2005

Acquista il libro

Il potere delle parole e della PNL“Il potere delle parole e della PNL” di Robert Dilts – Acquistalo su macrolibrarsi.it

10 commenti

  • Armando 2 anni fa

    vi faccio i complimenti per questa iniziativa. Ho trovato l’ebook molto interessante, compresi i filmati ai quali rimanda. Uso spesso i film per con i miei collaboratori e non avevo mai visto la cosa da questa prospettiva. Posso chiedervi come scaricare i filmato ? grazie

    Rispondi
  • Virginio 2 anni fa

    Grazie a te Armando!-)
    se vai nelle risorse gratuite puoi scaricare la scena “aiutare con il reframing” da lì.
    Vieni a trovarci spesso
    Virg!

    Rispondi
  • RobertaLa 2 anni fa

    grazie per avermi fatto scoprire questo film. La scena è bellissima e significativa. Conosco il reframing e indubbiamente guardare il filmato mi aiuta molto. Ho scaricato tutto il Pdf , ho cominciato a leggerlo ed è molto interessante… ti farò sapere.
    Roberta

    Rispondi
  • Pasquale 2 anni fa

    Ciao ragazzi volevo farvi il mio personalissimo in bocca al lupo ! Grande sito ..grande lavoro, so quanta passione c’è dietro quindi beccatevi i miei complimenti …tutti meritati!!

    Rispondi
  • Virginio 2 anni fa

    Grazie Pasquale …crepi!!

    Rispondi
  • nice 2 anni fa

    Caro Virginio,
    finalmente hai attivato il servizio incredibile di cui ho potuto conoscere in anteprima l’idea!
    Lo trovo grandioso e ci permetterà di fare il nostro lavoro con la stessa qualità alta con cui tu hai fatto il tuo!
    Grazie
    Nancy

    Rispondi
  • Virginio 2 anni fa

    Grazie Nancy, siamo contentissimi di averti tra i nostri clienti….. naturalmente il nostro servizio “amplifica” quello che sei, quindi tu sarai un COACH …ancora più grande. A presto …

    Rispondi
  • Maurizio 2 anni fa

    wow ..mitici!! Il vostro servizio è fenomenale veramente unici. Mi occupo di formazione professionale e calza a pennello. Ho cominciato ad usarlo e spero che le scene che verranno inserite di seguito siano della stessa qualità di quelle attuali. Per il momento grazie cinema!!

    Rispondi
  • Virginio 2 anni fa

    Ciao Maurizio,
    posso garantirti personalmente che la qualità delle scene e dei commenti sarà sempre alta.Il nostro impegno è nell’utilità che puoi trarre dai filmati.
    Grazie per esserti unito alla membership !

    Rispondi
  • David Moscaritolo 9 mesi fa

    io non sono un tecnico della formazione, ma questa scena mi ha emozionato molto per ragioni personali che non sto a spiegare. Posso solo dire che sul momento delle tragedie non si ha la lucidità di comprendere che quel che accade non ha mai un significato in se. L’esperienza può renderci dei dannati o dei beati , siamo noi a fare la differenza con le nostre scelte . Un augurio a tutti voi . David

    Rispondi

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679