Scena sulle abitudini: Amare le proprie abitudini

4035
Tema Principale Utilizzalo anche per

Di Angelo Fanizzi

L’altro giorno, ascoltando un programma radiofonico, mi sono imbattuto in questo spezzone tratto dal film “Mangia, prega, ama”. Il dialogo iniziale tra i due attori e le successive riflessioni, rappresentano appieno la condizione di noi comuni mortali. Nessuno ama i cambiamenti, anzi, quasi ci crogioliamo nelle nostre abitudini.

Ad un tratto il compagno di Liz urla: “Io adoro il disordine”; e se è vero che siamo così attaccati alle nostre debolezze, come possiamo evolvere, crescere, ri-nascere?

Nella prima parte della scena, David propone una soluzione all’amara frattura del loro rapporto:

“Che ne dici se… ammettiamo di avere una relazione che non funziona, ma continuiamo lo stesso, cioè accettiamo che litighiamo un sacco, che non facciamo quasi più sesso, ma che non vogliamo vivere separati. In questo modo possiamo passare la vita insieme infelici, ma felici di non essere separati…”

Ecco quello che succede! Nelle coppie, nelle aziende e anche nella vita dei professionisti: accontentarsi, andare avanti per inerzia, camminando per solchi già tracciati dalle proprie abitudini, anziché affrontare le problematiche e le “rovine” del momento.

“Come l’Augusteo che ha resistito alla prova del tempo, superando saccheggi e distruzioni, tornando sempre se stesso, dovremmo avere il coraggio di affrontare i cambiamenti”.
Rivolgendomi ai “professionisti”, nel mio libro “Sei Unico” (edito da Youcanprint.it), pongo una domanda:

Ti sei mai chiesto quali siano le forze che controllano la tua vita personale e/o professionale?

Non sto parlando di forze esoteriche, ma di forze reali, che agiscono sulla psiche umana motivandola a compiere determinati atti come uccidere, rubare, tradire, ma anche altri, quali fare un milione di euro piuttosto che cercare di fare carriera lavorativa, andare in TV o semplicemente eccellere.

La verità è che tutte le azioni che noi compiamo dipendono da 2 sole forze:

PIACERE e DOLORE

Capire e utilizzare le forze del piacere e del dolore, ti permetterà di creare quei cambiamenti e miglioramenti che desideri o di cui ti preoccupi. Se “amiamo” il nostro modo di condurre la vita, stiamo associando il “piacere” alla comodità, al comfort.

Il segreto del successo è imparare come usare il dolore e il piacere, piuttosto che lasciare che il dolore e il piacere usino te. Se lo fai, mantieni il controllo della tua vita. Se non lo fai, la vita ti controlla.

In balia delle nostre emozioni.

Considera quanti stimoli negativi possono condizionare la nostra vita. Siamo soggetti a tantissime decisioni basate su sensazioni.

Però, se ciò è valido per gli stimoli negativi, è valido anche per gli stimoli positivi, e quindi con gli strumenti giusti, la giusta pratica e con il giusto allenamento puoi essere capace di creare degli stimoli inconsci che ti permettono di agire automaticamente per il tuo bene, non per il tuo male.

Vista in questa prospettiva è decisamente meglio, non è vero?

Se colleghi un dolore elevato ad ogni comportamento o schema emozionale, eviterai di appagare lo stimolo. Puoi usare questa scoperta per sfruttare la forza del piacere e del dolore e per cambiare virtualmente ogni cosa attorno a te.

Condividi

Angelo Fanizzi: Nasce nell’agosto del 1965 in un paesino in provincia di Bari da padre commerciante e madre casalinga. Commercialista e Revisore Contabile dal 1991. Specializzato in “Organizzazione degli Studi Professionali ed Imprese”, in “Comunicazione effi cace” e “Gestione del Tempo”, tiene corsi e work-shop per imprenditori e liberi professionisti in tutta Italia. Laureando in “Psicoeconomia” presso l’Università telematica ECampus di Novedrate. Padre di tre figli maschi rispettivamente di 19, 17 e 6 anni.

Acquista il film

Mangia, prega, ama“Mangia Prega Ama” Un film di Ryan Murphy con James Franco, Julia Roberts, Javier Bardem – Titolo originale “Eat Pray Love”. USA 2010

Acquista il libro

Sei unico di Angelo FanizziSei unico di Angelo Fanizzi – Acquistalo su youcanprint.it

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho preso visione dell'Informativa Privacy ed acconsento al trattamento dei dati personali sulla base di quanto disposto dal Regolamento UE 2016/679